Nikita Chruscev. Ascesa e caduta
Roy Medvedev
Editori Riuniti, pagg.356, Euro 16,00
 
IL LIBRO - A cinquant'anni dal XX Congresso del Pcus e dall'invasione sovietica dell'Ungheria, la biografia di Nikita Chruscev di Roy Medvedev restituisce intatta la complessità e contraddittorietà del personaggio. Chruscev interagì con tutte le principali personalità politiche del suo tempo; avviò la destalinizzazione con la liberazione e riabilitazione di milioni di persone dai gulag, dalle carceri e dai luoghi di confino. Ma Chruscev fu anche allievo di Stalin e prodotto dell'era staliniana, e fece proprie molte delle sue caratteristiche. Sua la responsabilità dell'invasione dell'Ungheria nel '56. Ma con tutto ciò Chruscév fu anche un individuo estremamente peculiare, uno spirito originale e una persona di grande temperamento politico.
 
  DAL LIBRO – “L’importanza della biografia politica di Chruscev non dipende soltanto dal semplice fatto che per oltre dieci anni egli fu a capo del Partito comunista dell’Unione Sovietica e di fatto, quindi, e poi anche formalmente diresse il governo dell’URSS, che egli concentrò nelle sue mani un potere quasi illimitato in una delle due superpotenze, e che perciò gli avvenne di prendere decisioni che influivano direttamente o indirettamente sui destini dell’intera umanità. La personalità e la vita di Chruscev meritano di essere descritte ed analizzate anche perché egli fu un politico e un uomo di Stato davvero straordinario, le cui impetuose iniziative lasciarono una traccia ben definita nella storia dell’Unione Sovietica e di tutto il movimento comunista.
  "Come è noto, Chruscev ebbe occasione di incontrarsi più di una volta con tutte le principali personalità politiche del suo tempo: Tito, Eisenhower e Kennedy, Mao, De Gaulle, Castro, Churchill, Eden, Nehru, Ho Chi Minh, Sukarno, Nasser, Nkrumah, Adenauer, Togliatti. Davanti a nessuno di loro Chruscev provò un senso di inferiorità, e quando si arrivava a una divergenza di interessi o di posizioni politiche, non aveva esitazioni nell’accettare lo scontro. Non sempre le dispute politiche aperte lo vedevano vincitore, ma perlomeno un “pareggio” riusciva a conquistarlo.
  "Per molti anni anche la sua attività politica interna fece registrare analoghi successi".
 
  L’AUTORE - Storico georgiano (Tbilisi, 1925). Laureato in filosofia, ebbe alti incarichi all'Accademia di scienze pedagogiche dell'U.R.S.S. (1960-70). Di formazione marxista, ma critico del regime sovietico, ha sostenuto la battaglia riformatrice di Gorba?ëv. Tra le numerose opere: “Giudichi la storia” (1972), “La democrazia socialista” (1975), “Khruschev: A Political Biography” (1986), “La Russia della perestrojka” (1988), “Il segretario generale della Lubianka: la biografia politica di Ju. V. Andropov” (1993). Insieme a G. Chiesa ha scritto: “L'U.R.S.S. che cambia” (1987) e “Time of Change” (1990)
 
  INDICE DELL’OPERA – Introduzione – I. Gli esordi di Chruscev nella vita politica – II. Dirigente staliniano – III. La fase dei triumvirati (1953-55) – IV. Il ventesimo congresso – V. Al vertice del potere (1958-60) – VI. La crisi di un potere (1961-63) – VII. Verso la caduta – VIII. Chruscev in pensione – Indice dei nomi