La RSI. La Repubblica voluta da Hitler
a cura di Gianfranco Porta
Ediesse, pagg.223, Euro 11,00
 
IL LIBRO - È il 12 settembre del 1943 quando Mussolini viene liberato dalla prigione di Campo Imperatore sul Gran Sasso con un colpo di mano delle SS tedesche. Trasportato in Germania, viene immediatamente trasferito al quartier generale di Hitler e lì, dai microfoni Radio Monaco, annuncia la costituzione del Partito fascista repubblicano e di una Repubblica nelle regioni dell’Italia settentrionale.
  Rientrato pochi giorni dopo in Italia forma un nuovo governo che avrà sede a Salò, in provincia di Brescia, sulle rive del lago di Garda. Il nuovo Stato fascista sarà denominto Repubblica sociale italiana. 
  I saggi degli storici, dei docenti e dei ricercatori, raccolti nel volume, a sessant’anni dalla sua conclusione, cercano di delineare un quadro di quell’esperienza e ne esaminano i diversi spaccati con un taglio non puramente rievocativo. 
 
  DAL TESTO - "[...] il ruolo centrale della Rsi è assicurato soprattutto dall'immaginario politico neofascista. Il richiamo ai venti mesi di Salò è assicurato, infatti, dal ruolo di opposizione solitaria cui il neofascismo si sente vocato nell'Italia repubblicana. I venti mesi della Rsi, stretta fra l'avanzata degli eserciti alleati da Sud e la guerriglia partigiana a Nord, paiono anticipare la condizione di arroccamento e di isolamento di un neofascismo assediato dall'antifascismo repubblicano".
 
  GLI AUTORI: Sandro Antonini, Marco Borghi, Riccardo Caporale, Mimmo Franzinelli, Dianella Gagliani, Francesco Germinario, Franco Giannantoni, Dino Greco, Adolfo Mignemi, Raffaele Mantegazza, Adolfo Pepe, Pier Paolo Poggio.
 
  INDICE DELL'OPERA: Prefazione, di Guglielmo Epifani - Introduzione: La Rsi sessant'anni dopo (Dino Greco) - Funzionari, apparati e ministeri della Rsi (Marco Borghi) - Mussolini e la scelta del partito armato (Dianella Gagliani) - I caduti sono tutti uguali? Gli ultimi scritti dei partigiani e dei soldati di Salò (Mimmo Franzinelli) - Rimuovere e minimizzare. Estrema destra e memorialistica della Repubblica sociale davanti all'antisemitismo e alla Shoa (Francesco Germinario) - Immagini e immaginario della Repubblica sociale italiana tra storia e autorappresentazione (Adolfo Mignemi) - Rsi e mondo del lavoro: ancora su comunisti e operai (Pier Paolo Poggio) - Scioperi operai e deportazione in Liguria 1943-1945 (Sandro Antonini) - Varese e la sua provincia 1943-1945: un laboratorio del collaborazionismo (Franco Giannantoni) - La "banda Carità". Una "leggenda" nera (Riccardo Caporale) - Raccontare il fascismo e insegnare l'antifascismo (Raffaele Mantegazza) - Le immagini - Conclusioni (Adolfo Pepe) - Gli autori