Le case e il foro.
L'architettura dell'ONB
a cura di Salvatore Santuccio
Alinea Editrice, pagg.272, Euro 34,00
 
IL LIBRO - L'Opera Nazionale Balilla ha avuto una breve vita, è durata circa undici anni, dal 3 aprile del 1926 al 17 settembre 1937: un tempo sufficiente per dare un contributo al rinnovamento della cultura architettonica italiana del Novecento. Quasi tutte le città d'Italia possiedono un edificio dell'O.N.B., di buona fattura, che si è trasformato in palestra, in cinema, in ASL. Tutti gli Italiani individuano nel Foro Italico, ancora oggi, uno dei templi dello sport nazionale, dal calcio al tennis, dal nuoto all'atletica.
  Questo libro curato da Salvatore Santuccio traccia un bilancio dell'attività dell'Opera Nazionale Balilla negli anni della sua avventura amministrativa, sportiva e, soprattutto, architettonica, ripercorrendo, sin dal suo titolo, "Le case e il foro", il doppio standard di qualità e di interlocuzione propagandistica. Del Debbio, Libera, Moretti, Cereghini, Mantero, Mansutti e Mozzo, Paniconi e Pediconi, Michelucci, Costantini, Ridolfi, Minnucci, sono alcuni dei nomi che si incontrano nel volume e che hanno fatto la fortunata storia dell'architettura dell'ONB.
 
  DAL TESTO - "L'O.N.B. ha costituito una specie di territorio parallelo a quello del sistema governativo, una piccola amministrazione dei piccoli, fatta del proprio duce, Renato Ricci, di una propria gerarchia di potere diffusa, e dei suoi luoghi, e ciò, molto più che le sue potenziali capacità di incidere sulla propaganda del fascismo, ha costituito il limite stesso della sua crescita. Nel '37 l'O.N.B. è finita perché troppo forte, troppo ingombrante per Starace e per lo stesso Duce, troppo sovrapposta al P.N.F., troppo autonoma da Palazzo Venezia. I giovani di Ricci avevano in sé una potenzialità di sovversione che era meglio non assecondare, al contrario: con la G.I.L. si ricollocò tutto in una logica di militarizzazione delle giovani leve fasciste, utile nella prospettiva [...] di una guerra che stava maturando e più consona alla tranquillità di un sistema che odiava qualsiasi tipo di deviazione".
 
  INDICE DELL'OPERA - Premessa - L'EDUCAZIONE FISICA E I GIOVANI: L'ONB tra educazione fisica e sport (A. Teja); Schede (A. Teja, S. Finocchiaro) - L'ARCHITETTURA DELL'O.N.B.. DUE PROTAGONISTI: Del Debbio e il suo vademecum (N. Sardo); Moretti e Ricci (S. Santuccio) - LE CASE DEL BALILLA: L'architettura per la gioventù (S. Santuccio); Linee, insegne, prospetti (F. Oppedisano); Regesto delle case del Balilla (S. Santuccio) - IL FORO MUSSOLINI: Schede; Lo sviluppo urbanistico del Foro (S. Santuccio); Architettura e arte (A. Greco); Il Foro Italico e la rappresentazione della tradizione (E. Cristiano); L'obelisco di Mussolini al Foro Italico a Roma (M.G. D'Amelio); Gli artisti al Foro Italico e il progetto integrato di arte e architettura (E. Cristallini); Schede - TESTIMONIANZE: Il Foro Italico già Foro Mussolini. Attori e Opere (G. Ricci) - Documenti - Bibliografia