L'invasione delle nanotecnologie
Niels Boeing
Orme Editori, pagg.199, Euro 19,00
 
IL LIBRO - La tecnologia diventa sempre più piccola e potente, penetra all'interno degli oggetti, delle macchine, persino dei corpi. Quella del suo progressivo rimpicciolimento è una tendenza "naturale", se pensiamo che le capacità di elaborazione dei piccoli microchip odierni (qualche millimetro quadrato), pochi decenni fa comportavano l'occupazione di un'intera stanza. Ma la frontiera del piccolo si è spinta molto più in là, oltre la barriera del visibile, sfidando i limiti atomici della materia e concependo dispositivi di dimensioni ultraminuscole.
  La nanoscienza e le nanotecnica oggi non sono più lontane ipotesi che il futuro ci riserva: sono già il futuro. I primi nanoprodotti sono in circolazione e li incontriamo, ad esempio, quando compriamo un nuovo latte solare per le vacanze, che è trasparente e non più opaco grazie alle nanotecnologie. Oppure quando andiamo a ritirare la nostra auto nuova alla concessionaria e ci rallegriamo per la verniciatura perfetta, che è tale per l'impiego di sofisticate nanotecnologie.
  'L'invasione delle Nanotecnologie' di Niels Boeing esplora i fondamenti di questa branca del sapere tecnico, le cui applicazioni sono destinate, come è accaduto con la microelettronica, a colonizzare ogni ambiente. E che appassiona i più importanti studiosi di biologia, fisica e chimica impegnati nella sfida dell'esplorazione sempre più microscopica della materia.
  In questo avvincente rapporto, Boeing ci offre un punto di vista molto documentato sulle origini della nanotecnica e sulle prospettive che ci promette, opportunità e rischi compresi. Forse i nanorobot faranno aumentare la nostra forza muscolare, preverranno l'indurimento delle arterie, renderanno innocue le cellule tumorali? Avremo stoviglie autopulenti, abiti sensibili alle temperature e computer piccoli come granelli di polvere? O, invece, queste nanomacchine, fuori controllo e sempre più invasive potranno scomporre il nostro mondo, contagiando come virus ultrapotenti l'habitat umano? A queste e altre domande 'L'invasione delle nanotecnologie' tenta di dare una risposta, con tutto il rigore scientifico necessario, ma anche con la forza e l'efficacia di una grande inchiesta giornalistica sul prossimo e più affascinante "spartiacque" della conoscenza umana. Al quale dobbiamo prepararci, senza indugio.
 
  DAL TESTO - "Anno dopo anno, componenti elettronici, memorie dati, strumenti di precisione si sono fatti più piccoli e i metodi di analisi sono diventati più precisi. Prima erano frazioni di millimetri (lo spessore di un capello umano), poi pochi micrometri (il diametro di un globulo rosso), ora sono frazioni di micrometri (la larghezza dei transistor su un chip Pentium). Certo, scienziati, ingegneri e capitani d'industria sono unanimi: questo è niente in confronto a quello che viene ora. Adesso si fa davvero piccolo. La tecnica si spinge nel mondo di atomi e molecole, verso oggetti di pochi nanometri, ovvero della grandezza di miliardesimi di metro. E' il nanocosmo, una sfera in cui le leggi della fisica sembra che facciano le capriole. Capriole di cui la tecnica si può servire, e che pare possano davvero ribaltare le nostre vite".
 
  L'AUTORE - Niels Boeing, nato nel 1967 a Bochum (Germania) ma berlinese d'adozione, ha studiato ad Aquisgrana e Berlino, dove si è laureato in Fisica. In questi anni si è dedicato con successo al giornalismo scientifico, prima come redattore dell'autorevole 'Woche' di Amburgo, poi come freelance, collaborando con prestigiose testate, non solo tedesche, come 'GEO', 'Die Zeit', 'Financial Times Deutschland', 'GQ', 'Süddeutsche Zeitung'. Vive e lavora ad Amburgo.
 
  INDICE DELL'OPERA - Prefazione, di Gerd Binnig - Capitolo 1. Ieri: l'idea - Capitolo 2. Oggi: gli strumenti - Capitolo 3. Domani: le possibilità - Capitolo 4. Dopodomani: gli incubi? - Glossario - Indice - Bibliografia - Ringraziamenti