Educazione alla morte. Come si crea un nazista
Gregor Ziemer
Città Aperta Edizioni, pagg.183, Euro 15,00
 
IL LIBRO – "Educazione alla morte" di Gregor Ziemer è un libro sul modello scolastico, l'educazione, i riti e l'inquadramento dell'infanzia e della gioventù tedesca durante il Terzo Reich. Il volume è una sorta di reportage di Ziemer, che negli anni Trenta era direttore della scuola americana a Berlino oltre che corrispondente del "New York Herald", del "Chicago Tribune" e del "Daily Mail" londinese.
  Alla vigilia della seconda guerra mondiale, Ziemer ebbe dal ministro all'Educazione nazionalsocialista, Bernard Rust, il permesso di visitare le scuole tedesche dei diversi gradi, nonché le varie associazioni della gioventù e organizzazioni assistenziali. Lì raccolse interviste, commenti e impressioni di direttori, insegnanti, allievi e membri delle organizzazioni. Ne emerge un racconto realistico dell'organizzazione interna delle varie scuole e istituzioni, anche grazie all'ampio uso che Ziemer fece dei manuali e del discorso pubblico dell'epoca. I limiti della censura intervennero sicuramente nel viaggio scolastico di Ziemer, ma la descrizione di quel mondo appare ancora oggi assolutamente unica. L’inchiesta di Ziemer si trasformò in uno straordinario strumento di propaganda: il volume che ne nacque fu tradotto in varie lingue e distribuito nei paesi "liberati" (in Italia apparve nel 1944). Nel frattempo la RKO affidò a Edward Dmytrik la realizzazione di un film tratto dal reportage (sugli schermi americani nel 1943) che prese il titolo "Hitler’s Children", mentre la Walt Disney realizzò un cartone animato nel gennaio 1943 che mantenne il titolo originale (Education of Death). L'importanza della sua inchiesta fu tale che Ziemer venne in seguito chiamato come testimone al processo di Norimberga. 

  DAL TESTO – “Su una branda giaceva la forma irrequieta di un ragazzo dalla faccia magrissima. Il dottore gli prese la mano per ta stare il polso. Il ragazzo gliela strappò via con violenza, la lanciò in alto e gridò con voce delirante: «Heil Hitler!».

  "Guardai la mamma. «Se soltanto non l'avessero fatto marciare», disse rocamente. «Sapevano che non stava bene. Ma hanno voluto che marciasse lo stesso. Ci vogliono giorni per arrivare alla Leuchtenburg - è vicino a Kahla, in Turin gia - per la promozione all'Avanguardia. Suo babbo è nelle guardie d'assalto. Ha detto che il ragazzo doveva andare. Non voleva un debole per figlio. E ora...»

  "Dalla branda venivano parole... parole stridenti, penetranti. «Lasciatemi morire per Hitler! Debbo morire per Hitler!». Ancora e ancora, implorando, accusando, scongiu rando, lottando contro la vita, lottando contro il dottore, lot tando per morire.

  "«Glielo hanno detto alla cerimonia che doveva morire per Hitler», continuò la povera mamma. «Ed è così giova ne...».

  "Si accasciò, singhiozzando. Guardai di nuovo il ragazzo. La sua faccia estatica portava l'espressione di un martire cri stiano morente per il Redentore. Il braccio destro era prote so in alto, rigido, come stecchito. Le labbra continuavano a formare le parole che l'anima ardente suggeriva irresistibil mente:

  "«Debbo morire per Hitler!».

  "Il dottor Schroeder si chinò sopra il suo paziente e gli fece un'altra iniezione. Le grida divennero gemiti, poi cessarono.

  "«Suo babbo dice che se muore, allora muore per Hitler», la mamma mormorò con una voce senza suono.

  "«Vedete ora quel che intendevo dire?», domandò il dot tor Schroeder quando fummo di nuovo nell'automobile. «II ragazzo vuole morire. Che cos'è questa dottrina, capace di pervertire persino gli istinti?»”. 

  L’AUTORE – Gregor Ziemer (1899-1982) fu, negli anni Trenta, fondatore e direttore della Scuola americana a Berlino, nonché corrispondente del “New York Herald”, del “Chicago Tribune” e del “Daily Mail” londinese. Durante la guerra fu in Europa al seguito dei servizi di propaganda alleati e nel dopoguerra svolse una lunga attività pubblicistica.  

  INDICE DELL’OPERA – Un libro in divisa, di Bruno Maida – Nota – Educazione alla morte – 1. Prologo – 2. Il germe della vita – 3. Come li plasmano – 4. Curiose – 5. L’attesa – 6. L’entusiasmo – 7. L’impazienza – 8. Verso la meta – 9. Educazione alla vita – Bibliografia – Abbreviazioni