Il bombardamento etico. Saggio sull’Interventismo Umanitario, sull’Embargo Terapeutico e sulla Menzogna Evidente
Costanzo Preve
Editrice Petite Plaisance, pagg.224, Euro 15,00
 
IL LIBRO – Il titolo di questo saggio – ad un tempo storico, politico e filosofico – contiene quattro ossimori, espressamente concepiti per provocare intenzionalmente nel lettore quello “spaesamento” necessario per mettere in moto il suo autonomo processo di riflessione critica. I primi tre sono il Bombardamento Etico, l’Interventismo Umanitario e l’Embargo Terapeutico. Il quarto ossimoro presente nel titolo rappresenta una sorta di denominatore unificante, il più corrotto e malvagio che esista, quello della Menzogna Evidente. Questo spaesamento è necessario per affrontare con animo libero gli enigmi dell’ideologia di legittimazione di questa inedita società capitalistica fondata sulla globalizzazione geografica coattivamente prescritta e sull’incessante innovazione culturale capillarmente imposta. Nel primo capitolo vengono richiamati i casi delle due scandalose guerre prevalentemente aeree e supertecnologizzate contro l'Irak nel 1991 e contro la Jugoslavia nel 1999. In entrambi i casi i pretesti addotti dalle potenze imperiali, pretesti amplificati dal sistema giornalistico e culturale dominante, erano privi sia della legittimazione giuridica sia della plausibilità storica. In entrambi i casi però, come avviene nella favo!a del lupo e dell’agnello, la forza ha sostituito la ragione rispettiva.
  Nel secondo capitolo, che è a tutti gli effetti centrale, si ricerca il fondamento metafisico segreto di questo comportamento, che è il trattamento differenziato di Auschwitz e di Hiroshima ed il conseguente pentimento diseguale e manipolato che ne è seguito. In questo caso, la metafisica laica del Giudeocentrismo è servita per imporre una nuova lettura storico-religiosa del Novecento, non per contribuire ad una corretta comprensione delle cause che hanno portato al genocidio ebraico, una comprensione che dovrebbe impedire nel futuro il ripetersi di simili catastrofici eventi. Nel terzo ed ultimo capitolo, infine, si individua in una cultura di resistenza il presupposto necessario per una futura costituzione di forze politiche e sociali, per il momento non ancora esistenti, in grado di sostenere il confronto futuro che certamente verrà, e non soltanto di ripetere in modo esasperante le mosse politiche, sociali e culturali di confronti ormai esauriti e tramontati con il venir meno del Novecento.

  L’AUTORE – Costanzo Preve (1943) ha studiato scienze politiche, filosofia e neoellenistica a Torino, Parigi e Atene. Ha insegnato per trentacinque anni (1967-2002) prima lingue straniere e poi filosofia e storia nei licei italiani. Negli anni Ottanta e Novanta  del Novecento si è dedicato ad un’opera ambiziosa di ricostruzione categoriale della filosofia di tradizione marxista. È autore di molti libri, saggi ed articoli di argomento politico e filosofico.

  INDICE DELL’OPERA – Premessa - 1. Dalla Divina Commedia di Dante Alighieri  a Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde 2. Un ospite inquietante: la volontà di non sapere - 3. La storia del Vicino Oriente nel Novecento, premessa indispensabile per comprendere la Guerra del Golfo del 1991- 4. La storia dei Balcani nel Novecento, premessa indispensabile e per comprendere la Guerra del Kosovo del 1999 - 5. La natura estensiva ed intensiva della moderna società capitalistica globalizzata. Un enigma teorico e storico da svelare assolutamente - 6. La globalizzazione capitalistica contemporanea, una cosa cattiva da chiamare con il suo nome - 7. La mondializzazione umana contemporanea, una cosa buona che resta per ora una semplice possibilità storica - 8. Il ritorno, la permanenza e la denuncia dell'impostura, compito del pensiero critico nei prossimi decenni - Capitolo primo: la guerra del golfo del 1991 e la guerra della nato contro la jugoslavia del 1999. una svolta decisiva per la storia mondiale e la cultura politica contemporanea - capitolo secondo: auschwitz e hiroshima. il trattamento differenziato, il pentimento amministrato e l'enigma dell'ati'eggiamento di complicita verso le guerre dell'irak (1991) e del kosovo (1999) - capitolo iii: alla ricerca di una nuova idea di rivoluzione. la situazione attuale e le speranze razionali che possiamo nutrire senza raccontar(ci) delle storie – Conclusioni - Nota Bibliografica - Appendice I: A proposito del caso del pilota Eatherly e della bomba di Hiroshima - Appendice II: A proposito del Giudeocentrismo, del razzismo occidentale antiarabo e della Signora Fiamma Nirenstein - Appendice III: A proposito degli intellettuali francesi e del cattivo giornalismo contemporaneo