La democrazia di Dio. La religione americana nell'era dell'impero e del terrore
Emilio Gentile
Laterza, pagg.X-265, Euro 16,00
 
IL LIBRO - Gli Stati Uniti sono il più religioso e il più nazionalista fra i paesi industrializzati dell’Occidente. La religione americana considera la democrazia e il destino del proprio paese una manifestazione della divina provvidenza. Per questo l’attacco dell’11 settembre ha coinvolto l’atteggiamento degli americani verso Dio, la visione del bene e del male, il senso della missione nazionale. E ha provocato un’esplosione di religiosità e di patriottismo, fusi nella santificazione dell’America come nazione eletta. Con un’analisi originale, Gentile mostra come Bush ha rielaborato i miti della religione americana, identificandoli con l’integralismo della destra religiosa, per giustificare la guerra contro il cosiddetto ‘asse del male’. Chi è con Bush, è con l’America; chi è con l’America, è con Dio: una nuova, inquietante esperienza di sacralizzazione della politica. Un libro coinvolgente, indispensabile per capire la ‘democrazia di Dio’ al culmine della sua potenza imperialistica.
 
  DAL TESTO - "Gli Stati Uniti sono un paese di paradossi. Forse il più paradossale dei paradossi americani è l’alto grado di fervore religioso, che distingue il popolo della repubblica stellata da altri popoli dei paesi più industrializzati e modernizzati nel mondo contemporaneo, mentre nei loro confronti gli americani vantano il primato di aver sancito e rispettato il principio laico della separazione fra lo Stato e la Chiesa. Dopo il 2000, tuttavia, molti americani, sia laici che religiosi, temono che il «muro di separazione» fra lo Stato e la Chiesa, secondo la metafora di Thomas Jefferson, possa essere gravemente lesionato dagli attacchi di una destra religiosa, che ha trovato nel presidente George W. Bush, eletto nel 2000 e rieletto nel 2004, un capo politico deciso a infondere nella società, nella cultura, nelle istituzioni e nella politica interna ed estera degli Stati Uniti, i valori di una visione religiosa tradizionalista, conservatrice e integralista. In realtà, come risulterà evidente da questo libro, il «muro di separazione» fra Stato e Chiesa non ha mai separato la religione e la politica, che negli Stati Uniti hanno sempre vissuto in simbiosi, con il pieno consenso della maggioranza della popolazione. La quasi totalità degli americani si professa cristiana, ma gli Stati Uniti, divenuti nel Ventesimo secolo la più grande potenza imperiale della storia umana, la più ricca economicamente e la più forte militarmente, non rappresentano la realizzazione delle Beatitudini predicate da Gesù nel Discorso della Montagna. Inoltre, fino al 1960, nessun candidato cattolico aveva la possibilità di essere eletto presidente. Fino al 2000, nessun ebreo era stato proposto come candidato alla vicepresidenza. Tutti i presidenti americani eletti finora hanno professato una fede in Dio, e appare impossibile, ai giorni nostri, e prevedibilmente lo sarà ancora per molto tempo, l’elezione di un ateo alla presidenza degli Stati Uniti. La maggioranza degli americani sarebbe oggi disposta ad eleggere alla massima carica dello Stato un cattolico, un ebreo, una donna, e forse anche un nero o un omosessuale: ma rifiuterebbe assolutamente di votare per chi si professasse ateo, anche se la maggior parte degli americani è convinta che per essere un buon americano o una persona moralmente a posto non è necessario credere in Dio. Anche questo è un paradosso americano."
 
  L'AUTORE - Emilio Gentile insegna Storia contemporanea all’Università di Roma La Sapienza. Nel 2003 ha ricevuto dall’Università di Berna il Premio Hans Sigrist per i suoi studi sulle religioni della politica. Tra le sue opere più recenti: 'Fascismo e antifascismo' (Firenze 2000); 'La via italiana al totalitarismo' (n.e., Roma 20022, trad. in francese e spagnolo).
 
  INDICE DELL'OPERA - Introduzione – 1. America violata – 2. Dove era Dio? – 3. Alla Casa Bianca – 4. Mosè d’America – 5. Alla guerra, con Dio – 6. Sacra America imperiale – 7. Il grande risveglio – 8. Il vitello d’oro – 9. Religione politica «all’americana». Un’ipotesi per concludere – Note – Indice dei nomi