La scimmia che siamo. Il passato e il futuro della natura umana
Frans De Waal
Garzanti Libri, pagg.364, Euro 18,00
 
IL LIBRO - Quando un nostro simile compie un’azione generosa e disinteressata, siamo subito pronti a lodare la natura umana. Di fronte alle stragi in Ruanda o in Kosovo, ci scandalizziamo per l’aspetto bestiale del comportamento dei nostri simili. Tuttavia egoismo e altruismo, curiosità e generosità fanno ugualmente parte del bagaglio della nostra specie – e delle specie a noi più simili. Come le scimmie, che condividono con noi quasi tutto il patrimonio genetico e molti comportamenti, dalla tendenza a formare comunità tribali all’incorreggibile curiosità.
  Questa parentela può rivelare aspetti spiacevoli. Gli scimpanzé, per esempio, possono essere crudeli come noi e ci impressionano per la violenza e le rigide gerarchie di potere all’interno del branco. I bonobo, un’altra specie assai simile a noi, hanno atteggiamenti molto diversi, che sembrano incarnare le nostre migliori qualità: generosità, gentilezza, altruismo; per queste scimmie africane, inoltre, il sesso (che praticano in tutte le varianti) non è funzionale alla sola riproduzione, ma è praticato per il piacere che dà e perché rafforza i vincoli sociali.
  Scimpanzé e bonobo, i nostri due «cugini genetici», offrono modelli che aiutano a capire i nostri comportamenti e la loro evoluzione. Perché nella nostra eredità biologica sono radicati tanto l’aggressività e la difesa del territorio quanto il desiderio di equità e di moralità.
  Frans de Waal, uno dei massimi primatologi del mondo, ha dedicato decenni della sua vita a studiare i nostri parenti più prossimi, soprattutto scimpanzé, bonobo, scimmie cappuccine e macachi reso. 'La scimmia che siamo' raccoglie i risultati di decenni di ricerche e ci guida alla scoperta della nostra eredità darwiniana. Esplora l’intera gamma dei comportamenti umani. Porta alla luce una serie di paralleli – sorprendenti o provocatori, ma sempre illuminanti – tra gli scimpanzé, i bonobo e la scimmia più bizzarra: l’homo sapiens. E ci obbliga a riflettere sulla natura umana e su quella «intelligenza sociale», profondamente radicata nel nostro DNA, che ci permette di convivere con i nostri simili.
 
  L'AUTORE - Frans de Waal, zoologo ed etologo, è specializzato nello studio dei primati. È nato in Olanda e attualmente insegna psicologia allo Yerkes Regional Primate Research Center della Emory University ad Atlanta, dove conduce le sue ricerche. Tra le sue opere, due saggi tradotti in tutto il mondo: "La politica degli scimpanzé" (1984), "Far la pace tra le scimmie" (1990) e "Naturalmente buoni" (Garzanti, 1997).
 
  INDICE DELL'OPERA - 1. Scimmie in famiglia - 2. Potere - 3. Sesso - 4. Violenza - 5. Bontà - 6. La scimmia bipolare - Bibliografia - Ringraziamenti - Fotografie - Indice analitico
 
  LA CRITICA - «Un evento editoriale che aspettavamo con impazienza. Puntando il suo binocolo sulla specie umana, ci offre un’immagine eloquente della scimmia segreta che si cela in ognuno di noi.» (Desmond Morris)
  «Eccellente... Una rarità: uno scienziato che scrive un libro eccellente per non-specialisti.» (Robert Sapolsky, «Nature»)
  «Affascinante... Importante e illuminante.» («The New York Times»)