La via dell'Imam. L'Iran da Khomeini a Ahmadinejad

Renzo Guolo
Laterza, pagg.VIII-249, Euro 18,00
 
IL LIBRO – L’elezione di Ahmadinejad, frutto della rinnovata alleanza tra pasdaran e mostazafin, tra custodi in armi della rivoluzione e diseredati, sembra aver riportato l’Iran ai tempi di Khomeini. Ma la ‘seconda rivoluzione’ invocata dal ‘partito dei militari’ fa i conti con una realtà segnata dall’aspra conflittualità tra le diverse fazioni del regime, da forti tensioni istituzionali, dall’allargarsi del dissenso nel campo religioso, dall’attivismo di una società che in alcune sue importanti componenti (intellettuali religiosi, donne, studenti), si oppone alle restrizioni di libertà indotte dalla nuova mobilitazione totale fondata sul richiamo all’‘ordine della purezza’. A queste crescenti fibrillazioni interne non corrisponde, però, una parallela debolezza esterna del regime: sfruttando i nuovi, favorevoli equilibri geopolitici indotti dalle guerre americane contro l’Iraq e l’Afghanistan e dal conflitto tra Hezbollah e Israele in Libano, l’Iran rafforza il suo ruolo di potenza regionale in Medio Oriente, marciando contemporaneamente sulla strada che lo conduce a diventare potenza nucleare. In questo volume, Renzo Guolo delinea una sistematica e approfondita analisi della situazione socio-politica iraniana, mettendone in luce la grande complessità che la caratterizza.

DAL TESTO – “L’obiettivo di questo libro è fornire un contributo alla conoscenza politologica e sociologica della complessa realtà iraniana. Il tentativo è quello di mettere in luce gli orientamenti religiosi e politici delle diverse fazioni di regime; i problemi indotti dal carattere «duale» dell’ordinamento dello Stato; le rivisitazioni che ciascuna fazione compie, a fini politici, della tradizione religiosa; il ruolo dei diversi attori in campo, dagli intellettuali religiosi alle donne, sino al magmatico universo studentesco e giovanile, decisivo in una società caratterizzata da una popolazione per oltre la metà sotto i trent’anni e sempre più istruita; i mutamenti indotti dalla politica del regime nella sfera familiare. Ma anche: il sistema delle alleanze internazionali dell’Iran, i suoi rapporti con il mondo sciita e sunnita, in particolare quello arabo; le esigenze energetiche del paese; la complessa questione del nucleare; il conflittuale rapporto dell’Iran con l’Occidente. L’intento è quello di analizzare il doppio «assalto al cielo» della Repubblica islamica, che ambisce a elevarsi, con tutte le contraddizioni del caso, all’altezza della legge divina ed essere accolta, come potenza regionale e nucleare, nell’empireo degli Stati che contano.”

L’AUTORE – Renzo Guolo, studioso dei fondamentalismi contemporanei, insegna Sociologia e Sociologia della religione nelle Università di Trieste e Padova. Tra le sue pubblicazioni: “Il partito di Dio” (Milano 1994), “Terra e redenzione” (Milano 1999), “L’Islam in Italia” (con C. Saint-Blancat, Roma 1998), “Avanguardie della fede” (Milano 1999). È editorialista del quotidiano "La Repubblica".

INDICE DELL’OPERA - Introduzione - Parte prima La Repubblica islamica da Khomeini a Ahmadinejad - I. Rivoluzione contro la tradizione - II. La «guerra imposta» Iran e Iraq sul campo di battaglia - III. La diarchia: Khamenei e Rafsanjani - IV. L’era Khatami: l’illusione riformista - V. Khomeinismo senza clero? Ahmadinejad e il «partito dei militari» - Parte seconda Politica, religione, società - VI. Potenza regionale e potenza nucleare? - VII. Lo Stato parallelo - VIII. La critica degli intellettuali religiosi - IX. Le donne tra religione, famiglia e Stato - Glossario - Bibliografia - Indice dei nomi