Su Gramsci

Luciano Canfora
Datanews, pagg.79, Euro 12,00
 
IL LIBRO – Dal noto storico alcuni scritti su Antonio Gramsci. Il testo di Canfora è una riflessione puntuale e per molti versi inedita  sulla figura e sull’opera di Gramsci, sui suoi rapporti con il gruppo dirigente del Pci, sulle sue posizioni rispetto all’esperienza sovietica, sul peso del suo pensiero nella storia del Pci fino al suo scioglimento.
Un libro importante, scritto con la nota semplicità ed efficacia del grande storico, che si inserisce polemicamente nel dibattito sulla costruzione del Partito democratico, che, come ha detto di recente Canfora, non avrebbe l’adesione di Gramsci.

DAL TESTO – “Gramsci era un uomo aspro e polemico, intellettualmente spietato con gli antagonisti, con i compagni, con se stesso. Conversando con De Begnac, Mussolini lo tratteggia come un professore insofferente di dissenso. È immagine malevola. Il ritratto più veridico lo ha tracciato egli stesso in una lettera che Togliatti collocò alla fine della sua Relazione (1958) intitolata “Il leninismo di Gramsci”: “In una delle sue lettere, egli parla con amarezza, ma con fierezza, della propria esistenza: ‘Io non parlo mai – dice – dell’aspetto negativo della mia vita, prima di tutto perché non voglio essere compianto; ero un combattente che non ha avuto fortuna nella lotta immediata, e i combattenti non possono e non devono essere compianti, quando essi hanno lottato non perché costretti, ma perché così hanno essi stessi voluto consapevolmente’”.”

L’AUTORE – Luciano Canfora insegna Filologia classica all’Università di Bari. È direttore della rivista “Quaderni di storia” e collabora con il “Corriere della Sera”. Tra i suoi libri più recenti: “L’occhio di Zeus. Disavventure della “Democrazia”” (Laterza, 2005); “Critica della retorica democratica” (Laterza, 2005); “Il papiro di Dongo” (Adelphi, 2005); “La democrazia. Storia di un’ideologia” (Laterza, 2006); “Giulio Cesare. Il dittatore democratico” (Laterza, 2006); “Esportare la libertà” (Mondadori, 2007).
INDICE DELL’OPERA – I. Gramsci e il movimento comunista – II. Appunti sul revisionismo “diffuso” – III. Cesare, Cesarismo – IV. Cesare, dittatore “democratico” – V. Il Gramsci di tutti – VI. Epilogo – Appendice. Demostene e gli altri – Profilo di Luciano Canfora