Novità


Erdoğan, il nuovo sultano

cagaptay erdogan  La Turchia è destinata a rivestire un ruolo geopolitico decisivo nella regione mediorientale. Dopo il fallito golpe del luglio 2016, il leader turco Recep Tayyip Erdoğan è tornato protagonista della scena politica esercitando un governo sempre più autoritario che ha contribuito a inasprire le tensioni, sia sul fronte interno sia sul fronte internazionale. L'azione repressiva scatenata da Erdoğan è stata brutale e sistematica: centinaia di giornalisti arrestati, esponenti del mondo accademico privati della libertà di movimento, presidi di facoltà costretti alle dimissioni, messa in custodia di quasi la metà...

Leggi tutto...
 
Alcide De Gasperi

matulli degasperi  Una rilettura della vicenda politica dello statista trentino nell'intreccio fra il suo pensiero politico e l'azione condotta, in controtendenza nel secolo delle ideologie, nello spirito della weberiana «etica delle responsabilità». Quella esperienza esalta il contenuto etico della politica, per la responsabile autonomia delle analisi e delle scelte, per la coerenza della «visione» con i valori di riferimento, gli obiettivi definiti, la strategia per raggiungerli. La vicenda umana del politico trentino che inizia in territorio austro-ungarico, e attraverso il carcere fascista e il Cln, giunge a guidare il paese, umiliato e sconfitto, a...

Leggi tutto...
 
Diventare se stessi

yalom diventare  Nel pantheon degli scrittori di Irvin Yalom, un posto di primo piano spetta a Charles Dickens, alle cui opere gli capita spesso di ritornare. Rileggendo di recente Storia di due città dello scrittore inglese, l'autore delle Lacrime di Nietzsche si è imbattuto in una frase che costituisce un perfetto esergo di questo libro: «Poiché, quanto più m'avvicino alla fine, viaggio come in circolo e m'avvicino sempre più al principio. Mi pare che la via si spiani e si faccia più agevole. Il mio cuore è adesso commosso da molte memorie che a lungo erano rimaste sopite...». Sorte dalla commozione dei ricordi che, inesorabili...

Leggi tutto...
 
La colpa dei vincitori

patriarca colpa  Ci sono italiani che hanno pagato molto caro il prezzo della Liberazione. Sono le migliaia di donne della Ciociaria e del frosinate violentate, abusate e uccise durante la marcia dei "liberatori". Tutto iniziò nel luglio del 1943, quando le truppe alleate sbarcarono in Sicilia. Nella risalita, furono molti i soldati che si lasciarono andare a episodi di violenza, mentre i generali e gli ufficiali chiudevano entrambi gli occhi. Come nel caso dei soldati francesi originari di Marocco, Algeria e Tunisia, i goumiers, al comando del generale Alphonse Juin. Abili nei combattimenti in montagna, furono determinanti nell'aggirare...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 1439