Novità


Lo Stato interiore

degiglio interiore  Questo recente saggio di Alessio de Giglio (ricercatore della Fondazione Julius Evola) offre un originale contributo critico e interpretativo alla conoscenza del pensiero evoliano nella sua complessità, un "pensiero insofferente, inquieto e insoddisfatto, anche perché incapace di aderire al proprio tempo, se non nella presa di una distanza". "Suo intento – spiega Giovanni Sessa nella Presentazione – è togliere la maschera, meglio le "maschere" con le quali i rapsodici "cursori" dell'opera di Evola, vale a dire coloro che, senza particolare qualificazione esistenziale e intellettuale, hanno discettato del...

Leggi tutto...
 
Il Sommo italiano

conti sommo  Il precursore dell'unità italiana, simbolo principe dell'identità nazionale, amato dai patrioti romantici e dai fascisti. Il ghibellino fustigatore della Chiesa, bandiera dell'Italia laica. Ma anche il Dante guelfo capace di incarnare l'idea di una cattolicità trionfante. Infine, il Dante pop del cinema, della pubblicità, dei fumetti, icona polisemica del nostro tempo, punto di riferimento incredibilmente attrattivo anche nell'età di internet e della globalizzazione. Le declinazioni che il mito di Dante ha avuto dal Settecento a oggi ci aiutano a capire qual è stata l'evoluzione del sentimento patriottico. Il poeta ha...

Leggi tutto...
 
Un altro Novecento

bottoni novecento  La metà orientale del continente europeo ha attraversato nell'ultimo secolo rivolgimenti politici, tensioni sociali e conflitti etnici che ne hanno profondamente deviato e rallentato lo sviluppo. Con il fallimento del sistema di Versailles, gli Stati della regione divennero uno dei teatri principali dell'espansione nazionalsocialista e dello sterminio degli ebrei durante la Seconda guerra mondiale. La vittoria dell'Unione Sovietica portò a una liberazione/occupazione, all'egemonia comunista e alla creazione di un blocco politico, economico e militare rimasto in vita per quasi mezzo secolo. Dopo il biennio...

Leggi tutto...
 
Ai margini del Medioevo

montesano margini  Che cosa significa essere marginali? Quali sono i meccanismi che in una società determinano inclusioni ed esclusioni? Generalmente pensiamo a fattori economici, politici, identitari, religiosi, culturali, che tuttavia nella storia hanno avuto un peso differente secondo le circostanze. Nel nostro Medioevo, il fattore discriminante è stato quello religioso: nella cultura di quel periodo, infatti, la difformità di fede difficilmente era consentita e anzi era percepita quale alterità, mentre si mostravano atteggiamenti più mediati e accomodanti, spesso persino inclusivi, nei confronti degli umili, dei malati, dei bisognosi, degli stranieri...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 1599