Novità


Dizionario dei riti

eliade riti  La parola ritu è di origine arcaica indoeuropea. Nell'antico testo in sanscrito del Rgveda (X 124,5) significa l'ordine immanente del cosmo. È sinonimo di dharma, la fede fondamentale del mondo. Dal significato cosmico è derivato il significato religioso indoeuropeo: necessità, rettitudine, verità. È il dharma, la legge fondamentale inerente alla natura. Da questa accezione, basata sull'ordine cosmico percepito dall'uomo arcaico, deriva il significato di ordine religioso e morale: necessità, rettitudine, verità. In India la parola ritavyā designa i mattoni dell'altare del fuoco sacrificale che simboleggia...

Leggi tutto...
 
Psicologia del lavoro: dalla teoria alla pratica

alessandri lavoro1alessandri lavoro2  Questo manuale (in due volumi) fornisce una panoramica esaustiva delle più rilevanti tematiche relative alla psicologia del lavoro. Per il suo carattere teorico-applicativo, è rivolto a chi si accosta per la prima volta alla materia ma anche a chi vuole avere un aggiornamento sulle più attuali tematiche relative al rapporto individuo-lavoro-contesto in una prospettiva psicologica. Il contesto lavorativo ha attraversato negli ultimi anni profonde trasformazioni. La globalizzazione dei mercati, l'innovazione...

Leggi tutto...
 
Palermo neogotica 1830-1930

sommariva palermo  Il Neogotico palermitano, pur richiamandosi alla stessa matrice revival, non si presentò col volto delle favolose architetture nordiche dei Paesi continentali ma ebbe caratteristiche proprie, totalmente diverse. Le sorgenti alle quali attingeva erano il Medioevo arabo e normanno, stagione di splendido rigoglio: i secoli che videro la città eletta a capitale dell'Emirato di Sicilia e, con l'arrivo dei Normanni, capitale di uno stato cristiano: Prima Sedes, Corona Regis et Regni Caput (1130). Palermo, città magnifica per l'aulica magnificenza di un palazzo Reale dalle quattro torri possenti; per una cattedrale tra le più...

Leggi tutto...
 
I nuovi sovrani del nostro tempo

taplin sovrani  Quando il nostro modo di navigare online (e non solo) ha cominciato a essere condizionato da Amazon, Google e Facebook? Chi ha permesso una crescita senza precedenti di queste potentissime aziende con grosse conseguenze per tutti noi (dalla pirateria in ambito editoriale, musicale e cinematografico alla riduzione della nostra privacy)? Perché oltre 50 miliardi di dollari all'anno sono passati dalle mani di artisti, editori, scrittori, musicisti a quelle delle piattaforme digitali monopolistiche di proprietà di questi colossi? E come mai nessuno si è opposto a questi cambiamenti generando così uno squilibrio...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 1490