Novità


Maestro e pioniere

scalco maestro  Negli anni del miracolo economico post-bellico, durante la corsa per collocare l'Italia tra i Paesi più avanzati al mondo, l'intellettuale e matematico Mario Volpato (Castelbaldo, 1915 - Padova, 2000) ha segnato in modo indelebile lo sviluppo dell'economia nazionale. Personaggio poliedrico, ancorato al mondo cattolico, dopo una prima attività di maestro elementare diventa professore universitario di matematica, detenendo la cattedra in tre diversi atenei (Venezia, Trento e Padova). Sono anni in cui Volpato, pioniere dell'innovazione e dell'intermodalità, sviluppa e mette a frutto le sue...

Leggi tutto...
 
Quaderni di storia 88/2018

quaderni-di-storia-88-2018  Quando nel 1926 usciva l'edizione italiana, già da tre anni "La ruine de la civilisation antique" aveva avuto una traduzione turca, apparsa (si apprende dal frontespizio) in una collana di «Pubblicazioni del Ministero dell'Educazione del Governo della Grande Assemblea Nazionale», per la quale era stata «accettata dal Comitato delle Pubblicazioni e Traduzioni». Promossa dal Ministero dell'Educazione, l'edizione turca dell'opera di Ferrero non era però rivolta solo agli insegnanti di storia. Perché il libro (rilevava con forza il traduttore, Ziya Gevher, al quale era stata affidata anche la...

Leggi tutto...
 
Romanzo di Alessandro

centanni alessandro  Il "Romanzo di Alessandro" è un'opera molto complessa, nella genesi e nell'articolazione, assemblata e stratificata nel tempo e costituita tra III secolo a.C. e I secolo d.C. con materiali eterogenei e di diversa provenienza. A un esame attento, quest'opera mostra di conservare un sostrato molto antico che attinge, con tutta probabilità, a materiali contemporanei all'avventura di Alessandro e immediatamente successivi alla sua morte. Forse per una involontaria ironia della storia (o forse per una sorta di riparazione a posteriori) il "Romanzo" è stato attribuito dalla...

Leggi tutto...
 
Germania segreta


jesi germania  Germania segreta
è il libro con cui Jesi inaugura, nel 1967, il suo originale cantiere di mitologo della modernità. Meditando sugli orrori del nazifascismo, egli affronta il problema della produzione di nuovi miti o delle rinascite, in forme distorte, delle immagini e dei racconti dell'antichità. Campo naturale d'indagine è la grande cultura tedesca fra Otto e Novecento: da Wagner a Mahler, da Nietzsche a Mann e Kafka, dall'Espressionismo a Brecht, Jesi esamina il rapporto inevitabile e complesso che l'artista intrattiene con un mito ormai estraneo a quel che un tempo era...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 1522