Novità


Annali della rivoluzione francese

rivarol annali  "Con sorprendente modernità – scrive Massimo Carloni nel saggio introduttivo - Rivarol è tra i primi a cogliere l'importanza propagandistica delle grandi parole (libertà, uguaglianza, sovranità) a livello di psicologia delle masse, come pure l'irruzione di una nuova arma non convenzionale: la stampa. Gli oratori dell'Assemblea, dopo aver saccheggiato e mal digerito le opere di Rousseau, ne diedero in pasto gli avanzi al popolo, notoriamente incapace d'astrazione filosofica, il quale reagì in maniera istintiva, travisando le parole e passando brutalmente ai fatti. Il passaggio dalla libertà...

Leggi tutto...
 
Economia e società. Comunità religiose

weber religiose  Il testo "Comunità religiose" venne pubblicato nel 1921-22 assieme agli altri testi del lascito di "Economia e società". Derivava da una fase di ricerca anteriore di anni, che è particolarmente interessante proprio perché coincide cronologicamente con il passaggio di Weber dallo studio "L'etica protestante e lo «spirito» del capitalismo" degli anni 1904-1905 alla serie di saggi su "L'etica economica delle religioni mondiali" (a partire dal 1915). Quando Friedrich H. Tenbruck formulò la tesi che il centro e capolavoro di Weber sarebbe non "Economia e società", ma "L'etica economica delle religioni mondiali", Wolfgang...

Leggi tutto...
 
La mediocrazia

deneault mediocrazia  «Non c'è stata nessuna presa della Bastiglia, niente di paragonabile all'incendio del Reichstag, e l'incrociatore Aurora non ha ancora sparato un solo colpo di cannone. Eppure di fatto l'assalto è avvenuto, ed è stato coronato dal successo: i mediocri hanno preso il potere». Così questo libro annuncia l'oggetto delle sue pagine: la presa del potere dei mediocri e l'instaurazione globale del loro regime, la mediocrazia, in ogni ambito della vita umana. La trattazione che ne segue è una sorta di genealogia di questo evento che, nella prosa accattivante ed errabonda di Deneault, tocca...

Leggi tutto...
 
La popolazione italiana del Quattrocento e Cinquecento

alfani popolazione  Il Quattrocento e il Cinquecento rappresentano un periodo cruciale per la storia nazionale, corrispondente alla fase conclusiva di quella centralità economico-culturale che aveva caratterizzato la Penisola fin dai tempi dell'Impero Romano. Dal punto di vista demografico, si tratta del periodo in cui si completa il recupero del relativo spopolamento causato principalmente dalla Peste Nera del 1348 e dalle epidemie successive, e in cui tornano a manifestarsi i segni di un equilibrio precario tra popolazione e risorse. Tuttavia, la storia della popolazione italiana durante tali secoli risulta...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 1295