Novità


La questione liturgica

guarini questioneliturgica  Lo scenario della Chiesa di oggi, riformata secondo le applicazioni del Concilio Vaticano II, presenta un mosaico di "criticità" che non sfuggono ai fedeli e agli studiosi più coinvolti. Esse non hanno risparmiato - anzi vi trovano il loro focus - la Liturgia, culmine e fonte della vita di fede nella sua espressione sacramentale (Sacrosanctum Concilium, 10), funzione primaria della Chiesa santificante oltre che docente e guida per i fedeli. In vista dell'annuncio e della testimonianza di Cristo al mondo. Nel presente saggio viene analizzato sul piano filosofico e teologico lo status quaestionis, in ambito...

Leggi tutto...
 
Quando sbarcavano i Saraceni

iorio saraceni  Gommoni e scafìsti sul mare della Puglia d'oggi sembrano un prolungamento delle flottiglie che un millennio fa approdavano, nel nome del giovane Islàm, su tutta la cimasa di queste coste. E vi lasciarono il segno. Dove? Quale? Con quale profondità? Poiché nessun incontro è sterile, questo saggio è come un dossier di fatti, cose, persone che avviarono una Puglia diversa. Il formarsi degli emirati di Bari e di Taranto, la sopravvivenza di parole arabo-musulmane nel linguaggio quotidiano, di forme, di luci e di colori nell'architettura sacra e profana, nei cibi, nei vestiti, nella...

Leggi tutto...
 
Guarire con il pensiero

scaligero guarire  Mediante il pensiero si manifesta nell'uomo ciò che ha il potere di farlo ammalare; allo stesso modo, mediante il pensiero può fluire in lui ciò che può guarirlo. Il pensiero, infatti, a seconda dell'orientamento ricevuto, può divenire nell'uomo veicolo delle più elevate forze dell'universo o di forze degradatrici. In tal senso, malattia e guarigione esprimono il processo mediante il quale l'Io agisce sull'umano. Nella prima parte dell'opera, l'autore identifica il tipo di pensiero che nell'attuale civiltà contrasta con la formazione interiore, opponendosi così al potere di guarigione. Nella seconda, individua...

Leggi tutto...
 
Il maschio selvatico

risè maschio  Chi è il maschio selvatico? Leonardo da Vinci diceva che "il salvadego è colui che si salva". Grande conoscitore dell'uomo, della natura e dei boschi, Leonardo pensava che proprio il salvadego, l'uomo che conosceva la natura profonda, fosse il tipo umano capace di "salvarsi", sia fisicamente che spiritualmente. L'uomo selvatico si segnala inoltre per un altro aspetto, certo sorprendente per la cultura di oggi, dove la salvezza viene sempre richiesta all'esterno, a Stati, ordini professionali, burocrazie, enti, cui si chiede appunto di occuparsi della "salvezza" delle persone, anche entrando in modo...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 980