Novità


Hermann Hesse

ball hesse  Pubblicata nel 1927 in occasione dei cinquant'anni dell'amico fraterno Hermann Hesse, questa biografia è considerata la migliore descrizione dei molteplici percorsi religiosi e intellettuali del grande scrittore tedesco. Per Ball, Hesse rappresenta l'ultima espressione del Romanticismo tedesco, in cui confluiscono il pietismo svevo, la cultura indù, la psicoanalisi. Raccontare la vita di Hesse significa per Ball parlare anche di se stesso e dei temi che hanno guidato la sua opera, in cui viene tracciata una via alternativa alle fonti della spiritualità occidentale. Dal 1920 al 1927, anno della morte...

Leggi tutto...
 
L'invenzione dell'individuo

siedentop individuo  Da dove vengono le idee sulle quali è stato costruito lo Stato moderno? Qual è la vera origine di ideali come uguaglianza e libertà? In che punto della nostra storia, e perché, abbiamo iniziato ad adorare la crescita economica come se fosse una divinità? Con "L'invenzione dell'individuo", Larry Siedentop fa piazza pulita delle teorie storiche precedenti, e presenta una nuova, radicale prospettiva sulle sorprendenti origini delle credenze e delle convinzioni che ci hanno reso ciò che siamo. In un racconto che attraversa 1800 anni di storia europea, Siedentop presenta un rifiuto netto del consueto resoconto sulle...

Leggi tutto...
 
Il «Gioco degli Imperi»

dirienzo gioco  L'invasione d'Italia dell'Etiopia nel 1935 ha segnato un punto di svolta della storia mondiale tra le due guerre. L'ultima grande conquista coloniale in Africa ebbe enormi ripercussioni sulle relazioni internazionali. Il governo britannico si sentì obbligato a sostenere la Société des Nations, nonostante il timore che le sanzioni votate dalla Lega potessero portare alla guerra con l'Italia. La concentrazione della Royal Navy nel Mar Mediterraneo allontanò Mussolini dal campo occidentale e pose il governo francese dinanzi a questo dilemma: sostenere il suo partner militare, l'Italia, oppure il più suo importante...

Leggi tutto...
 
Lettere dal fronte libico e dalla prigionia in Algeria

donRosso lettere  Dei cinque preti cuneesi cappellano militari durante la seconda guerra mondiale, due rimasero prigionieri fino al 1946. Uno die questi, don Rosso, fu catturato in Tunisia nel maggio del 1943 e tornò in Italia ben tre anni dopo la fine della guerra, nel maggio 1946, dopo aver condiviso tre anni di prigionia militare sotto truppe francesi in Algeria. Di questa tragica esperienza è rimasta la corrispondenza tra don Rosso e l'omonimo vescovo di Cuneo. Ed è stato proprio il vescovo a conservare le lettere ricevute da don Rosso, riconsegnandogliele poi al suo rientro e conservate come memoria preziosa di...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 1127