Novità


Il Nagorno-Karabakh nella storia dell'Azerbaigian

rau nagorno  La pubblicazione in italiano dell'opera dello studioso tedesco Johannes Rau "Il Nagorno-Karabakh nella storia dell'Azerbaigian" rappresenta un importante contributo per la conoscenza della storia del Caucaso e dell'Azerbaigian attraverso la ricostruzione di una delle controversie internazionali più difficili venute alla ribalta in seguito alla dissoluzione dell'Unione Sovietica: il conflitto tra armeni e azerbaigiani per il possesso del Nagorno-Karabakh. Un conflitto che - dopo una cruenta fase armata tra il maggio del 1992 e il maggio del 1994 - rimane tuttora irrisolto, costituendo una...

Leggi tutto...
 
Il problema del Karabakh

karabakh studio12  Questo libro del Prof. N. Hovhannisyan presenta in modo esaustivo non solo le ragioni giuridiche, storiche e morali della legittima pretesa d'indipendenza del popolo dell'Artsakh, basandosi su fatti inconfutabili all'attenzione del lettore, ma propone anche delle vie per risolvere tale problema, ricordando ulteriormente alla comunità internazionale che il popolo dell'Artsakh ha preso la sua decisione di vivere liberamente il 10 dicembre del 1991 quando secondo le leggi e la costituzione dell'allora Unione Sovietica ha organizzato un referendum nel quale il 99% dei votanti (107.648)...

Leggi tutto...
 
La decisione

bohler decisione  È il 1936 e Thomas Mann, in esilio volontario in Svizzera da quando tre anni prima Hitler è asceso al potere, si trova in un momento molto delicato della sua vita. Ha dovuto lasciare Monaco, dove gli è stata confiscata la casa, e il distacco, anche se alleviato dalla bellezza del lago di Zurigo e dalla vicinanza della famiglia, lo riempie di malinconia. Ma non è ancora tutto. Al contrario del fratello Heinrich e del figlio Klaus, non ha finora espresso in modo netto e definitivo il suo j'accuse al nazismo. E ora questo gli viene chiesto da più parti: dalla figlia Erika, dal mondo intellettuale, dall'opinione...

Leggi tutto...
 
Cieli fiammeggianti

struffi fiammeggianti  Nella seconda metà del secolo scorso centinaia di missili sono stati schierati a difesa dei Paesi della NATO lungo i confini con i Paesi dell'Europa orientale. Confini territoriali ed ideologici, che nel 1946 il premier inglese Winston Churchill aveva qualificato come "cortina di ferro". La definizione era il simbolo stesso della divisione creatasi dopo la seconda guerra mondiale. Nello schieramento, esteso dalla Norvegia alla Turchia, ebbe un ruolo primario il sistema superficie-aria Nike, per un breve periodo con il missile Ajax, poi e ben più a lungo, con l'Hercules, di maggior gittata e...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 1160