Novità


Racconti di un pellegrino russo

pentkovskij pellegrino  A differenza delle precedenti edizioni italiane dei "Racconti di un pellegrino russo", questa nuova traduzione si fonda su un accurato lavoro di critica testuale svolto da A. Pentkovskij che, senza nulla togliere all'incanto della narrazione, consente di inserirla nel suo specifico contesto storico e culturale. I "Racconti di un pellegrino" risultano cosi essere l'esito prezioso di un complesso lavoro collettivo, maturato intorno alla metà dello scorso secolo nell'ambiente monastico di una Russia in rapida trasformazione, ma ancora profondamente legata alla sua tradizione spirituale. A questo lavoro...

Leggi tutto...
 
Il lato B. di Matteo Renzi

perucchietti renzi  Con l'ultimo dei suoi equilibrismi politici, l'Italia ha visto consumarsi tra le mura del PD le dimissioni forzate dell'ex premier Letta e la consegna della poltrona a un altro membro del partito, quel suo stesso Segretario che fino all'ultimo rassicurava l'amico Enrico di "stare sereno". Ma chi è davvero Matteo Renzi? Da dove viene? Quali sono le sue reali intenzioni? Dove sono la discontinuità e le promesse di cambiamento? Chi sono gli uomini che hanno finanziato le sue costose campagne elettorali? Riuscirà a soddisfare le promesse o finirà ostaggio delle istanze europeiste? Leggendo le pagine di questo...

Leggi tutto...
 
Prospettive di filosofia della storia

mordacci prospettive  Si può ancora pensare a una filosofia della storia nell'epoca del "post"-storico, della fine di tutte le narrazioni e di tutte le ideologie? Si può ancora ricercare un senso nel divenire storico senza che questo appaia come una forzatura, una vana speranza, un'operazione inattuale? Questo volume si presenta come un utile strumento per l'introduzione alla comprensione filosofica dell'agire storico e del tema della storicità dell'esistenza. Scritto pensando anzitutto a chiarire le concezioni della storia che emergono dai principali autori della tradizione filosofica, il volume non intende però dare un panorama...

Leggi tutto...
 
Afghanistan. Il Grande Gioco

dirienzo afghanistan  Per la sua eccezionale posizione geopolitica di crocevia dell'Asia e di ponte naturale tra Medio Oriente e Subcontinente indiano, l'Afghanistan fu sempre terra di conquista e di competizione politica. Dal 1813 al 1907 le montagne e gli aridi altopiani afghani divennero la scacchiera del Great Game, un conflitto a "bassa intensità" combattuto prevalentemente con le armi dello spionaggio, dell'intrigo e della corruzione da militari e agenti segreti inviati da Londra e da San Pietroburgo, la cui posta era costituita dal possesso del «gioiello» del British Empire (l'India). Il tuono dei «cannoni d'agosto»...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 888