Novità


Studi su Augusto

valvo augusto  La lunga gestazione di questo volume, di non tante pagine ma ricco di spunti originali, è stata anche l'occasione per rimettere in discussione - ancora una volta - Augusto e perciò l'età augustea, attraverso la riflessione, senza condizionamenti di temi preordinati, intorno a una delle personalità più ricche e problematiche della storia, e di avvicinare Giuristi e Storici che hanno accettato di buon grado di esporre il loro pensiero. Nessuno potrà eguagliare la complessità del lavoro di riordino dello Stato e la creazione di un nuovo sistema di governo come quelle realizzate da Augusto. Torna alla mente come...

Leggi tutto...
 
Roma. Potere e identità dalle origini alla nascita dell'impero cristiano

brizzi roma  Funzione del munus reso alla res publica, in Roma il potere è concepito come riconoscimento del merito acquisito dal politico verso i concittadini, e dunque come premio alla responsabilità assunta nei loro confronti: è il principio ideale che traversa, come una sorta di fil rouge, tutta la storia dell'Urbe fino all'impero cristiano. A questo fondamento un altro se ne contrappone, di matrice marcatamente orientale, assorbito al tempo delle conquiste oltremare: per esso, viceversa, il potere è non responsabile perché originato dei gratia, come dono insindacabile del favore divino. Tra queste due nozioni si instaura un...

Leggi tutto...
 
Fascismo e informazione

forno amicucci  Malgrado la notevole influenza che il giornalismo aveva esercitato sulla sua impetuosa ascesa politica, Mussolini non aveva idee molto originali sulle strategie che il fascismo avrebbe dovuto attuare, dopo la marcia su Roma, nel campo della stampa. E non sembrava nemmeno persuaso delle soluzioni che, nel frattempo, gli andavano prospettando i suoi collaboratori. Per questa ragione solo all'inizio del 1927 – e non senza recondite riserve – decise di avviare un programma pianificato di fascistizzazione del settore, affidandone la gestione a un giornalista intraprendente e capace come Ermanno...

Leggi tutto...
 
La guerra degli dei. Il ritorno del serpente

hancock guerra  Hernán Cortés è deciso a conquistare il Messico e l'oro degli Aztechi. Dopo aver sconfitto i Maya a Potonchan, Cortés marcia su Tenochtitlan, la città d'oro degli Aztechi. Con un esercito di soli cinquecento uomini dovrà sconfiggere il folle imperatore Montezuma e le centinaia di migliaia di uomini che comanda. Cortés si aspetta che i Tlascalani, nemici da sempre degli Aztechi, si alleino con lui, ma si sbaglia. E infatti si trova a far fronte a un assalto che potrebbe mettere a rischio la sua stessa vita. E mentre cerca di uscire indenne dalla battaglia contro i Tlascalani, non perde di vista il suo...

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 1249