Novità
La Guerra fredda e l’Italia. Intervista con Ennio Di Nolfo
dinolfo_guerrafredda  Ennio Di Nolfo, nato a Melegnano nel 1930, laureatosi a Pavia nel 1953, ha insegnato all’Università di Padova, alla Luiss e nella Facoltà di Scienze politiche “Cesare Alfieri” di Firenze, dove oggi è professore emerito di Storia delle Relazioni internazionali. È vice presidente della Commissione per la pubblicazione dei Documenti diplomatici italiani, editorialista di politica internazionale per  Il Messaggero, direttore della collana “Storia delle relazioni internazionali” presso la casa editrice Polistampa di Firenze. Ha pubblicato da ultimo: Le paure e le speranze degli Italiani1943-1953...
Leggi tutto...
 
Il Piano Solo. Intervista con Mimmo Franzinelli
franzinelli_pianosolo  Mimmo Franzinelli, studioso del fascismo, ha scritto numerosi libri, fra cui: I tentacoli dell'Ovra (Bollati Boringhieri 1999) e, da Mondadori, Delatori (2001), Le stragi nascoste (2002), Squadristi (2003), Guerra di spie (2004), Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza, 1943-1945 (2005), L'amnistia Togliatti (2006), Il delitto Rosselli (2007). È inoltre autore, con Valerio Marino, del libro fotografico Il duce proibito (Mondadori 2003), con Marco Magnani, Beneduce (Mondadori 2009) e con Paolo Cavassini Fiume (Mondadori 2009)...
Leggi tutto...
 
Piombo contro la giustizia. Intervista con Achille Melchionda
melchionda_piombo  Achille Melchionda, avvocato penalista, insegna Deontologia forense nelle scuole di specializzazione dell’Università di Bologna e di Parma e Nozioni di procedura penale nel corso di Giornalismo di Bologna; già docente di Procedura penale e di Psichiatria forense nell’Università di Bologna e collaboratore del quotidiano Il Resto del Carlino, è autore di numerosi scritti di diritto e di procedura penale. Presso l’Editrice Pendragon ha recentemente pubblicato il volume Piombo contro la giustizia (pagg.362, Euro 16,00), dedicato all’assassinio del sostituto procuratore di...
Leggi tutto...
 
Adelchi Serena: il gerarca dimenticato. Intervista con W. Cavalieri e F. Marrella

cavalieri_adelchi_serena  La figura di Serena non rientra nel consueto cliché del fascista sanguinario (come Farinacci) caro a una certa storiografia faziosa che usa le vicende storiche come strumento di propaganda politica. Del resto, però, Serena non rappresenta neppure lo stereotipo del fascista irriducibile (come Pavolini) prediletto dalla destra nostalgica del ventennio e della Repubblica Sociale. Per questi motivi complementari, egli è stato un personaggio “inutilizzabile” dalle opposte fazioni politiche e dalle loro storiografie di riferimento...

Leggi tutto...
 
Padre Benjamin: «L’Iraq si trova in una situazione disastrosa»
benjamin_iraqipeople  Il mio pensiero va, prima di tutto, alle vittime irachene, delle quali non si parla quasi mai (un giorno, per esempio, c’è stato un attentato a Karbala con 170 morti e più di 500 feriti: l’inviato del Tg1 ha citato rapidamente il fatto, soffermandosi poi a lungo sulla notizia dell’apertura a Baghdad di una banca per sole donne). Nemmeno Obama che, in qualità di presidente del Paese occupante, qualcosa avrebbe dovuto dire (visto che parla sempre di diritti dell’uomo, democrazia, libertà, etc.), ha espresso parole di pietà per i morti iracheni. In Iraq, il numero delle vittime... 
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 8 di 15